fbpx

LA RICETTA DEI BISCOTTI PEVARINI

Ricetta pevarini dolci tipici Veneto

I Pevarini sono biscotti dal gusto forte che condensano gli intensi aromi del pepe e delle altre spezie orientali che i veneziani acquistavano a Rialto già nel 1400. Pare abbiano origini nell’antica Grecia: il cibo preferito dei filosofi Pitagorici.
Il nome deriva dal dialetto veneto: “Pevare” significa pepe, ingrediente che rende questi dolci molto particolari e che conferisce un gusto piccantino.

Proprio per la caratteristica nota pepata, erano ideali da inzuppare nell’“ombra”, il bicchiere di vino, o da accompagnare a liquori e distillati locali, tanto da guadagnarsi un posto d’onore in tutti i bacari veneziani e le osterie venete.

Si riesce ancora a trovarli nelle feste paesane dove vengono chiamati anche “pan spessià”. Inizialmente venivano confezionati con la melassa oggi sostituita dal miele.

Ma ora passiamo alla ricetta che ci svela come prepararli.

INGREDIENTI

• 300 g di farina
• 30 g di burro
• 60 g di miele
• 1 cucchiaino di spezie in polvere (cannella, noce moscata, garofano, pepe)
• 20 g di bicarbonato d’ammonio
• sale.
• Facoltativo: mandorle, noci e pinoli tritati.

PREPARAZIONE

In una terrina mescolare tutti gli ingredienti in modo da ottenere un impasto abbastanza morbido. Spianare il composto fino allo spessore uniforme di mezzo centimetro. Tagliare la pasta in piccoli pezzi di forma ovale o allungata piuttosto piatti. Disporli su carta oleata in una teglia e cuocerli nel forno a calore moderato (180°) per circa 20 minuti. Sfornarli e pennellarli con acqua zuccherata. Farli raffreddare e conservarli qualche giorno prima di servirli.

Ora non rimane che assaggiare i biscotti “Pevarini” magari accompagnandoli ad un buon bicchiere di vino come da tradizione.

Lascia un commento