COSA FARE LUNGO IL CAMMINO DEL PROSECCO

Cosa fare lungo il Cammino del Prosecco

Un panorama spettacolare, fatto di pendii scoscesi, costellati da pievi, antichi mulini e cantine dove davvero la viticoltura può essere definita “eroica”. Le Colline del Prosecco Unesco rappresentano un paesaggio unico, modellato e adattato per secoli dall’uomo.

Sono tante le attività per scoprire le numerose sfaccettature di questa terra meravigliosa, ricca di storia, arte, natura e tradizioni: dalle escursioni a piedi, in bici o a cavallo, alle degustazioni di prodotti tipici nei ristoranti e nelle cantine della zona, dalle visite alle botteghe artigiane e aziende agricole alle attività open air all’insegna del completo relax come yoga, bagno di foresta, barefoot o tree hugging.

Pronto a partire per questo viaggio emozionante? Ecco cosa fare lungo il Cammino del Prosecco.

ESCURSIONI LUNGO IL CAMMINO DEL PROSECCO

Fare un’escursione nelle Colline del Prosecco Unesco è il modo migliore per visitare questa terra ricca di arte e storia, ammirare le bellezze naturalistiche e scoprire le tradizioni e gli antichi mestieri ormai scomparsi.

Oltre al percorso del Cammino del Prosecco, ci sono tantissimi sentieri tra cui scegliere in base al livello di difficoltà, la durata e la lunghezza… Di sicuro troverai quello che fa per te!

Cosa fare lungo il Cammino del Prosecco escursioni tour visite guidate
Cosa fare lungo il Cammino del Prosecco escursioni tour visite guidate

Partecipando ad un’escursione guidata, potrai conoscere al meglio il territorio e la sua cultura enologica e gastronomica, apprezzandolo da ogni prospettiva. Alcune attività ti accompagnano alla scoperta delle rinomate località di San Pietro di Barbozza, Saccol e Santo Stefano, famosa terra del Cartizze.

Se vuoi fare un’escursione privata, essere accompagnato dalle nostre Guide Ambientali Escursionistiche oppure partecipare ad una delle attività che regolarmente organizziamo lungo il Cammino del Prosecco, scopri le nostre proposte e le iniziative in programma cliccando qui.

DEGUSTAZIONI TRA LE COLLINE DEL PROSECCO UNESCO

Degustare un vino è il modo migliore per immergersi nel territorio in cui nasce. E allora perché non visitare una delle numerose cantine custodi della storia di questa terra da secoli vocata all’enologia?

Un’occasione per conoscere le origini delle pregiate bollicine e per imparare a coglierne le varie sfumature, date dalle differenze delle aree di coltivazione, ma non solo. Visitando una cantina locale, potrai ascoltare la storia di chi si è preso cura delle vigne attraverso le stagioni, farti coinvolgere dalla sua passione e scoprire i segreti dei processi di produzione. Un modo per calarsi nella realtà e quotidianità locale!

Ma per una immersione a 360 gradi nella cultura enogastronomica di questi colli, perché non assaporare le gustose specialità tipiche in una osteria o in un ristorante? In locali abbracciati dai vigneti patrimonio dell’umanità, potrai intraprendere un viaggio alla scoperta dell’arte culinaria locale: location suggestive e gustosi piatti tipici che si sposano con vini eccellenti. Un’esperienza da vivere con tutti i sensi.

VISITE GUIDATE AD AZIENDE LOCALI

Visitare aziende agricole e botteghe artigiane è sicuramente un modo per conoscere da vicino le Colline del Prosecco Unesco ed immergersi in un mondo che ha preservato antichi saperi, riti e suggestioni proprie della vita di un tempo.

Dai pascoli delle montagne fino ai mitigati pendii collinari, esistono le condizioni ambientali ottimali per dare vita a prodotti di alta qualità dai sapori unici.

Oltre al Prosecco, il Marzemino Passito di Refrontolo, il Verdiso, le “Formajele trevigiane”, i Latteria, il formaggio “Imbriago”, figlio, a quanto pare, della Prima Guerra Mondiale, il “Fasol de Lago”, il “Figo Longhet de Tarz” e, nel periodo autunnale, i famosi “Marroni di Combai” sono solo alcune delle prelibatezze che scaturiscono dall’amore dell’uomo per la propria terra.

Ma le Colline del Prosecco Unesco non riservano solo specialità enogastronomiche. Visitare una delle svariate botteghe artigiane del territorio, assistere alla trasformazione artistica di materiali come l’oro, la ceramica, il legno, il cuoio e la lana, è un’esperienza che regala sicuramente grandi emozioni. Capolavori realizzati grazie alla bravura di maestranze artigiane che impiegano tecniche antichissime tramandate di generazione in generazione.

E proprio Cison di Valmarino si trasforma ogni anno nella capitale dell’Artigianato grazie alla manifestazione “Artigianato Vivo”. Un appuntamento che celebra i riti della manualità e unisce tradizione, arte e folclore: piccoli bottegai, mastri artigiani, ceramisti, artisti del vetro, dei metalli, del legno, della pelle e del cuoio, danno prova della loro abilità lungo le vie del borgo.

ATTIVITA’ OPEN AIR LUNGO IL CAMMINO DEL PROSECCO

Lungo il Cammino del Prosecco, a passo lento e consapevole, immergiti pian piano nella pace della natura, nell’energia dei boschi. È quando si è in armonia con la natura che si raggiunge il benessere e l’apice della felicità. E allora perché non partecipare ad attività open air all’insegna del completo relax come yoga, forest bathing, barefoot o tree hugging?

Ad esempio, la pratica del barefoot non fa bene solo al benessere mentale, ma porta benefici soprattutto sul piano fisico. Aiuta a riequilibrare la postura, a riattivare la circolazione e permette di esercitare i muscoli del piede.

Per accordare il tuo ritmo a quello della natura la pratica dello shinrin-yoku, tradotto in occidente come forest bathing, è l’ideale. Questa disciplina insegna a trarre giovamento da attività all’apparenza semplici, come una passeggiata nel bosco, respirando le essenze degli alberi e delle piante che possono avere effetti rinvigorenti o rilassanti.

Un’altra attività che consente di entrare in sintonia con la natura è il tree hugging, uno dei rimedi principali della silvoterapia, indicata a chi soffre di asma bronchiale, bronchite cronica, ipertensione arteriosa, nervosismo e insonnia.

Anche praticare yoga e meditazione all’aperto, fra i suggestivi scorci delle Colline del Prosecco Unesco, può rivelarsi un’esperienza unica.

Esistono diverse opportunità per avvicinarsi a queste pratiche anche con il supporto di esperti.

E ora chiudi gli occhi, ascolta e ricarica corpo e mente lasciandoti andare ai ritmi della natura!

 

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

La guida per organizzare il Cammino del Prosecco

Cosa vedere lungo il Cammino del Prosecco

 

ESCURSIONI LUNGO IL CAMMINO DEL PROSECCO

Scopri le nostre proposte e le iniziative in programma lungo il Cammino del Prosecco e nei suoi dintorni.

SCOPRI DI PIU'

Lascia un commento