5 LUOGHI IN VENETO DA NON PERDERE: LA NOSTRA TRAVEL BUCKET LIST

chioggia-luoghi-da-visitare-venezia-veneto

GUIDA ALLA SCOPERTA DI 5 LUOGHI MAGICI IN VENETO TRA CULTURA, NATURA, SPORT E RELAX

Anno nuovo, viaggio nuovo.

Il 2017 è appena iniziato e noi abbiamo già pensato alla “Travel Bucket List” con i 5 luoghi in Veneto imperdibili! Luoghi affascinanti, ricchi di storia, dove trascorrere delle piacevoli giornate; passeggiando, ad esempio, tra le pittoresche calli di Chioggia, immergendosi nella natura lungo il Piave fino a Lio Piccolo, camminando tra i palazzi medievali di Portobuffolè ed infine perdendosi tra le suggestive forre delle Grotte del Caglieron.

Non avete ancora pensato alla meta di viaggio per l’anno nuovo?
Mettetevi comodi e prendete spunto… Il viaggio ha inizio!

 

1. CHIOGGIA, LA PICCOLA VENEZIA

La chiamano la piccola Venezia, è famosa per il suo porto, per i colori vivaci del suo centro storico, per la pesca ma soprattutto per essere stata immortalata dal Goldoni nella sua opera “Le baruffe chiozzotte”.

Chioggia sorge su un gruppo di piccole isole nella parte meridionale della Laguna, un piccolo gioiello che preserva le vestigia del suo passato: tradizioni popolari, gli accenti del dialetto locale, la schiettezza dei suoi abitanti, ma anche le prelibatezze della sua cucina di pesce.

Anche qui, come a Venezia, al posto delle strade e delle piazze troviamo calli e canali, tra i quali il principale, Canal Vena, attraversato da nove ponti.

Un posto assolutamente da non perdere è la Pescheria, il mercato del pesce, coperto da tendoni di un rosso acceso, in cui immergersi in un’atmosfera vivace che racchiude il fascino dei pescatori e del loro mare.

Una piccola curiosità: a Chioggia si trova l’orologio più antico al mondo di cui si ha notizia! Proprio così. Questo record lo detiene la Torre dell’Orologio di Sant’Andrea. Il documento relativo al meccanismo dell’orologio risale al 1386.

Non resta che passeggiare tra le calli, assaporare la quotidianità e la vita semplice di questa cittadina, ascoltare le chiacchiere dei suoi abitanti, ammirare i suggestivi scorci sui canali e ritrovare gli scenari raccontati da Goldoni.

 chioggia-luoghi-visitare-veneto

 

2. LE BELLEZZE NATURALISTICHE DEL BASSO PIAVE

Una zona poco conosciuta ma che racchiude tesori naturalistici e storici.

Stiamo parlando del Basso Piave, una terra davvero unica, attraversata dal Fiume Sacro alla Patria, il Piave appunto, teatro di sanguinose battaglie durante la Prima Guerra Mondiale, tra le quali la famosa Battaglia del Solstizio.

Anche il noto scrittore statunitense Ernest Hemingway, impegnato in questi luoghi con la Croce Rossa durante la Grande Guerra, vi si affezionò talmente tanto che amava definirsi un “Ragazzo del Basso Piave”. I ricordi di quei giorni passati in trincea a soccorrere i feriti lo ispirarono per la stesura di “Addio alle armi” e di “Di là dal fiume e tra gli alberi”.

Oggi, è possibile ripercorrere le sue tracce grazie all’itinerario di circa 11 km “I luoghi di Hemingway”.

Basso Piave non significa solo storia ma anche natura e sport.

Il corso del fiume è infatti percorribile in bicicletta, in canoa, a bordo di barchette elettriche oppure a cavallo.
Sono diversi gli itinerari da seguire lungo la Piave Vecchia oppure il Piave Nuovo, il tratto costruito nel Seicento dalla Repubblica di Venezia per deviare il corso del fiume.

Non resta che ripercorrere le tracce della storia e ammirare le bellezze naturalistiche a bordo di una canoa o in bicicletta!

piave-luoghi-visitare-venezia

 

3. LIO PICCOLO, MERAVIGLIOSO SCORCIO SULLA LAGUNA DI VENEZIA

Un paesaggio fatto di valli lagunari e orti.
Uno scorcio suggestivo sulla parte della Laguna di Venezia meno nota.

Stiamo parlando di Lio Piccolo, antico borgo solitario, circondato dalle valli da pesca ed immerso nel silenzio interrotto solamente dal richiamo delle moltissime specie di uccelli che hanno scelto di vivere qui (e come dar loro torto?). Ci sono infatti degli abitanti d’eccellenza: i fenicotteri rosa!

Uno scenario da ammirare a bordo di una bici o semplicemente camminando. L’itinerario parte da Cavallino, attraversa la valle di Saccagnana e Paleazza, fino a giungere al piccolo borgo di Lio Piccolo. Il percorso, facile e pianeggiante, permette di calarsi in un mondo fatto di campi coltivati, antichi casolari, casoni, canali e barene.

Consigli utili: l’itinerario si snoda su piccole strade aperte al traffico quindi è possibile incontrare delle auto lungo il percorso.

 lio-piccolo-visitare-veneto

 

4. PORTOBUFFOLÈ, SPLENDIDO BORGO MEDIEVALE

“Per altro sopranome io nol conosco, s’io nol togliessi da sua figlia Gaia. Dio sia con voi, ché più non vegno vosco.”

Con questi versi Dante Alighieri celebra Gaia Da Camino, poetessa del Trecento, nota per essersi stabilita all’epoca in quello che oggi è uno dei “Borghi più belli d’Italia”: Portobuffolè.

Si tratta di un piccolo borgo, di neanche mille abitanti, situato al confine della Provincia di Treviso, che svolse un ruolo strategico per i commerci veneziani in epoca medievale. Fu un importante centro di letteratura cortese e cavalleresca frequentato da autorità illustri.

La Torre Comunale, alta 28 metri e risalente al X sec., è l’unica rimasta delle sette antiche torri del castello. Sull’orologio si trovava il buco dal quale i condannati erano calati nella prigione sottostante.

Passeggiando per le vie del centro storico, si possono ammirare meravigliosi palazzi storici, tra i quali la dimora della celebre e discussa Gaia da Camino.

Un borgo, dunque, che non ha niente da invidiare alle mete venete più famose.

5. GROTTE DEL CAGLIERON, CAPOLAVORO DELLA NATURA E…DELL’UOMO!

Le Grotte del Caglieron sono situate in località Breda di Fregona, in Provincia di Treviso.

Anche se vengono chiamate grotte, in realtà, in passato erano cave. Infatti, un tempo, in questa zona, c’era una fiorente attività di estrazione della pietra in cui lavoravano centinaia di persone. Il primo documento storico che attesta questi scavi è del 1500.

Gli ultimi scalpellini che hanno lavorato la pietra hanno terminato l’attività nel 1950 ed ora è possibile vedere gli utensili che utilizzavano al Museo dello Scalpellino.

Perché veniva scavata proprio qui la pietra? In passato il mare giungeva fino a questi luoghi, poi si è ritirato e ha lasciato un’arenaria molto tenera e facile da lavorare.

Ci sono 42 grotte recensite su questo territorio. Ora, una di queste, la Grotta di San Lucio, viene utilizzata per la stagionatura del formaggio, il formaggio di grotta; un prodotto che ha la proprietà di non fare la muffa.

Le Grotte del Caglieron sono visitabili percorrendo la passerella di legno di circa 1 km che ha inizio in via Ronzon, attraversa il torrente Caglieron, e scende su di un largo sentiero, passando sotto al ponte della strada Provinciale.

La parte più suggestiva sono sicuramente le cascate, alte diversi metri, apprezzate per la loro frescura d’estate e d’inverno perché si trasformano in meravigliose sculture di ghiaccio.

caglieron-luoghi-visitare-veneto

Ora che avete letto la nostra Travel Bucket List, avete le idee più chiare riguardo alla meta delle vostre vacanze?

NEI DINTORNI

Attività ed esperienze | Tour & Visite guidate

10 €

Attività ed esperienze | Tour & Visite guidate

10 €

Attività ed esperienze | Tour & Visite guidate

10 €

LA VITA A LIO PICCOLO E NELLE VALLI DA PESCA

Lio Piccolo, Cavallino-Treporti (VE)

Attività ed esperienze | Tour & Visite guidate

13 €

Attività ed esperienze | Tour & Visite guidate

15 €

Lascia un commento